La nuova sala concerti di Berlino Diario della Classica / Il Mondo della Classica / Sale da concerto

L’armonia di unità e diversità

Nel marzo del 2017, il panorama della musica classica a Berlino diventerà ancora più spettacolare con l’apertura di una nuova sala avanguardistica per musica da camera nel cuore della città.

“Vogliamo accompagnarvi verso musica straordinaria di diversi tipi, eseguita da alcuni degli artisti contemporanei più raffinati. E vogliamo farlo in un ambiente intimo che vi permetterà di ascoltarla da vicino”
Daniel Barenboim e Ole Bækhøj, Fondatore e Direttore della Pierre Boulez Saal

Una sala, molte possibilità

La Pierre Boulez Saal è stata progettata dal famoso architetto Frank Gehry a compimento dell’iniziativa visionaria di Daniel Barenboim. La sala concerti è concepita come una struttura flessibile, modulare che può essere modificata per adattarsi alle dimensioni delle formazioni sul palco e il carattere della musica sul programma.

Questo spazio pubblico a 360 gradi darà ad ogni visitatore una prospettiva unica, garantendo al tempo stesso un’esperienza concertistica intima e diretta. La qualità del suono è garantita dall’ingegneria acustica progettata da Yasuhisa Toyota. Con un massimo di 682 posti a sedere, lo spazio sarà di volta in volta strutturato per offrire condizioni ideali, non importa che si esibisca un singolo solista o un’intera orchestra da camera sul palco.

Maggiori informazioni

La stagione inaugurale

Scopri i concerti della stagione d’apertura 2017 alla Pierre Boulez Saal di Berlino.

Musica da Camera oltre i confine

La programmazione del Pierre Boulez Saal è impressionante quanto la sua architettura e riflette lo stesso equilibrio della diversità e l’unità. La musica contemporanea sarà alternata a un repertorio classico tradizionale e la musica europea farà regolarmente spazio a musiche dal mondo arabo. Con Daniel Barenboim al timone, non è una sorpresa che la prima stagione della nuova sala di Berlino sia piena di grandi interpreti contemporanei, tra cui leggende viventi e stelle nascenti. Il Boulez Ensemble, di nuova fondazione, svolgerà inoltre un ruolo chiave nella programmazione.

L’educazione attraverso la musica

“La sala prende il nome dal grande compositore e direttore d’orchestra francese Pierre Boulez, come fonte di ispirazione per il futuro, non solo per la sua musica, ma anche a causa delle sue idee. “Pierre Boulez ha sempre voluto imparare. Ha detto che se lui non imparava regolarmente qualcosa di nuovo, era infelice “, Ole Bækhøj, direttore della Pierre Boulez Saal.

La concezione della Pierre Boulez Saal va di pari passo con l’istituzione della Barenboim-Said Akademie di Berlino. La nuova accademia aderisce al principio educativo attraverso la musica che Daniel Barenboim ha già seguito con il compianto Edward Said nel fondare la West-Eastern Divan Orchestra nel 1999. Studenti provenienti da tutto il Medio Oriente si riuniranno presso la Barenboim-Said Akademie di Berlino per studiare e suonare fianco a fianco, seguendo un programma di studi che enfatizza non solo la musica, ma anche la diversità culturale e la comprensione nel senso più ampio.

Prenota biglietti

Scopri la Pierre Boulez Saal

Non perdere l’occasione di essere tra i primi a visitare la Pierre Boulez Saal.

 
Credits:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *