Stagione inaugurale della Pierre Boulez Saal Il Mondo della Classica / Sale da concerto / Selezionati per voi

“La stagione di apertura è in realtà una specie di caleidoscopio di ciò che sta per accadere in futuro in questa sala. È uno spazio per la curiosità e l’apertura. Vogliamo provare diversi tipi di musica in questo spazio e vogliamo dare alle persone l’opportunità di ascoltare cose che non hanno sentito prima.”
Ole Bækhøj, Direttore della Pierre Boulez Saal

Sfidare i confini, aprire nuove porte

La visione musicale della nuova Pierre Boulez Saal va oltre le norme tradizionali della musica da camera classica. La musica contemporanea è deliberatamente e armoniosamente mescolata con il repertorio classico e la musica araba ha un ruolo fondamentale insieme alla musica classica europea. In particolare i concerti dell’appena fondato Boulez Ensemble contrappongono costantemente composizioni celebri con opere meno note, dando all’ascoltatore l’opportunità di espandere i propri orizzonti musicali.

Il piccolo diventa grande

“Si può dire che nella Pierre Boulez Saal, il piccolo è grande. È una sala che celebrerà l’intimità musicale di complessi musicali più piccoli: il trio, il duo, il quartetto”.
Ole Bækhøj, Direttore della Pierre Boulez Saal

Il programma per il 2017 sfrutta l’intera gamma di possibilità create dall’architetto Frank Gehry. In grado di ospitare un’intera orchestra da camera, la sala da concerto è stata progettata per dare al pubblico un incontro musicale intimo con ogni tipo di formazione e genere musicale. Le piccole formazioni hanno un ruolo importante, tra cui il quartetto d’archi, che viene messo in primo piano in un festival di una settimana nel mese di aprile. Il “Quartet Festiva” mette in luce il quartetto d’archi come la forma per eccellenza della musica da camera. Il programma presenta opere di compositori come Haydn e Webern, mostrando diversi approcci all’equilibrio e all’interazione di quattro strumenti ad arco.

Schubert in the Spotlight

Daniel Barenboim, fondatore della Pierre Boulez Saal, apparirà spesso sul palco che ha contribuito a creare. Tra i suoi punti focali per la prima stagione è l’opera di Franz Schubert. Celebrando il 220° compleanno del compositore, Barenboim eseguirà l’integrale delle sonate per pianoforte di Schubert e dirigerà l’integralità delle sue sinfonie. Un ciclo di concerti di lieder di Schubert inizierà nel corso della settimana di apertura con il baritono Christian Gerhaher e Barenboim. I recital successivi del ciclo vedranno tra gli interpreti Juliane Banse, Roman Trekel, and Michael Volle.

Revolution Slider Error: Slider with alias PierreBoulezSaal_Artists2 not found.

Maybe you mean: '10_fun_facts' or 'VisitVenicein48Hours' or 'JohannStraussVienna' or 'slider4' or 'slider5' or 'KOB' or 'DOB' or 'SOB' or 'KHB' or 'BPH' or 'Concertgebouw' or 'Arena' or 'Tuscany' or 'Toskana' or 'slider15' or 'slider16' or 'slider17' or 'slider18' or 'slider19' or 'slider20' or 'slider21' or 'slider22' or 'Huguenots' or 'slider24' or 'PierreBoulezSaal_hall' or 'PierreBoulezSaal_Concerts' or 'PierreBoulezSaal_Artists1' or 'SummerFestivals2017_01' or 'SummerFestivals2017_02' or 'SummerFestivals2017_03' or 'SummerFestivals2017_04' or 'Opera_Venice' or 'caracalla' or 'Paris1718' or 'Berlin1718' or 'BCN1718' or 'Scandics'

Est e Ovest si incontrano a Berlino

La musica araba e persiana ricopre un posto di rilievo per tutta la stagione, tra cui diversi concerti del compositore e clarinettista di origine siriana Kinan Azmeh. Azmeh è l’ “Artist-in-focus” di questa stagione e si esibirà con il Trio Hewar, i Musicisti del Festival da cameri di Damasco e in un concerto in duo con il collega “Artist-in-Focus” Jörg Widmann. Il legame profondo della Pierre Boulez Saal con la musica del Medio Oriente riflette il collegamento della sala da concerto con la nuova Barenboim-Said Akademie, dove gli studenti del Medio Oriente si uniscono per apprendere una migliore comprensione della musica, della cultura, di sé stessi e degli altri.

Prenota biglietti

Scopri la Pierre Boulez Saal

Non perdere l’occasione di essere tra i primi a visitare la Pierre Boulez Saal

 
Credits:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *